Formazione
Stefano Bucello è nato a Genova il 14 novembre 1985.
Nel luglio 2004 ha conseguito il Diploma di maturità classica presso il Liceo-Ginnasio “Andrea D’Oria” di Genova.
Nel corso dell’anno accademico 2009/2010 ha conseguito, presso l’Università degli Studi di Milano, la Laurea magistrale in Giurisprudenza con votazione 110/110 con Lode, con una tesi di laurea in Diritto Amministrativo, avente ad oggetto lo studio della direttiva Bolkestein, dal titolo “Mutuo riconoscimento e concorrenza tra ordinamenti giuridici: la libera prestazione di servizi nella Direttiva 2006/123/CE”.
Ha proseguito gli studi e l’attività di ricerca scientifica presso l’Università degli Studi di Milano Bicocca, dove ha conseguito una borsa di studio per gli anni 2012-2014 e, nel febbraio 2015, il Dottorato di ricerca in Diritto Amministrativo, con una tesi sull’istituto della conferenza di servizi, dal titolo “La conferenza di servizi ed il coordinamento di interessi”.
Lingue straniere: inglese.

Attività professionale
Negli anni 2011 – 2013 ha svolto il biennio di pratica forense presso lo studio GiusPubblicisti Associati - GPA (già Studio legale Bucello Croci Piscitelli Viola) di Milano.
Nell’aprile 2015 ha conseguito l’abilitazione all’esercizio della professione forense.
Iscritto all’Ordine degli Avvocati di Milano, collabora dal 2016 con lo studio GiusPubblicisti Associati - GPA di Milano.
La propria attività si concentra attualmente nel diritto dell’energia e dell’ambiente, con particolare riferimento alla disciplina della conferenza di servizi ed allo sviluppo delle fonti rinnovabili.

Attività accademica e seminariale
Nell’ambito dell’attività di ricerca scientifica, si è occupato di tematiche di diritto amministrativo sostanziale e processuale, con particolare riferimento allo studio della disciplina delle autorizzazioni e delle condizioni dell’azione, sia in una prospettiva nazionale che in una prospettiva di diritto europeo.
Più recentemente, si è dedicato all’approfondimento dell’istituto della conferenza di servizi.
Attualmente collabora stabilmente con le cattedre di Diritto Amministrativo dell’Università degli Studi di Milano, dove svolge periodicamente anche attività didattica e seminariale.

Pubblicazioni
-    S. BUCELLO, L'accesso alla tutela giurisdizionale del terzo concorrente, in Diritto processuale amministrativo, Milano, Giuffrè, 2014, fasc. 1;
-    S. BUCELLO, Alcune particolarità del giudizio amministrativo di appello, in N. BASSI, Le Pubbliche Amministrazioni e i loro giudici, Napoli, EdiSES, 2015;
-    S. BUCELLO, Riforma della pubblica amministrazione e conferenza di servizi: alcune insidie da evitare, in GiustAmm.it, anno XII, n. 10, novembre 2015;
-    S. BUCELLO, Nota di segnalazione della sentenza del Consiglio di Stato, Sez. V, del 23 settembre 2015, n. 4466, in materia di bonifica di siti inquinati, in Rivista italiana di diritto pubblico comunitario, 2015, n. 6;
-    S. BUCELLO, Nota di segnalazione della sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea, Sez. I, del 23 dicembre 2015, causa C-293/14, Hiebler c. Schlagbauer, in materia di libertà di stabilimento, in Rivista italiana di diritto pubblico comunitario, 2016, n. 1;
-    S. BUCELLO, Nota di segnalazione della sentenza della Cass. Civ., SS. UU., del 4 marzo 2016, in materia di libera circolazione dei servizi, in Rivista italiana di diritto pubblico comunitario, 2016, n. 3.